Tumori della Base Cranica

 

 

Casi Clinici Base Cranica

 

La Chirurgia di Basicranio  rappresenta una chirurgia complessa e necessita di un team dedicato composto da Neurochirurghi, Otorini, Radiochirurghi, Neuroradiologi,  Neuroriabilitatori e Neurofisiologi per i monitoraggi intra-operatori. E’ anche necessaria una strumentazione avanzata in grado di ridurre al minimo i rischi.

La Chiururgia del Basicranio prevede approcci particolari che necessitano di un lungo training microchirurgico e di laboratorio.

Il Neurocenter di Humanitas ha contribuito alla costruzione del Laboratorio nell’ambito del “simulation center”. Il laboratorio è essenziale per il training di giovani neurochirurghi ma anche per le “simulazioni” di interventi complessi. La mission principale rimane la “formazione”. Per rendere meglio l’idea di quanto sia importante il training di un neurochirurgo si fa sempre l’esempio del pilota. Quante ore spende il pilota prima di gestire un vero volo? Quante simulazioni di “guasti”, intemperie affronterà prima di trovarsi di fronte a vere difficoltà a 10000 metri?

Lo stesso percorso dovrebbe essere creato per un neurochirurgo. Solo negli ultimi anni questo è diventato una routine e, grazie al continuo miglioramento dei software, sono state creati simulatori sempre più realistici.

 

Tutto questo per spiegare quanto sia  complessa la creazione di uno SKULL BASE TEAM. Ogni caso viene discusso dal gruppo e simulato. Si effettua un planning preoperatorio condiviso scegliendo il miglior approccio chirurgico ritagliato caso per caso. Talvolta, a seconda della complessità del caso,  si prevede un residuo che potrà essere trattato mediante Radiochirurgia.

L’obiettivo deve essere “massima asportazione con la minima morbilità possibile”